Direttore Responsabile

Stanislao Liberatore, giornalista professionista, è nato a Pescara il 14 luglio 1966. Vive a San Domino, “perla” verde situata nell’arcipelago perigarganico delle Diomedee. È laureato in Scienze Politiche (indirizzo storico – politico) e ha conseguito, in qualità di borsista, il Master in Comunicazione Efficace e Programmazione Neuro Linguistica. Nel giugno del 2000 si è specializzato in giornalismo estero all’Università LUISS – Guido Carli di Roma ed è stato revisore dei conti dell’Ordine dei Giornalisti dell’Abruzzo nel triennio 2004 – 2007.
Dal mese di gennaio 2005 è direttore responsabile del periodico specializzato on line www.encounterabruzzo.it, la rivista per il viaggiatore che vuole incontrare la regione verde d’Europa. Per la valente professionalità e lo spiccato acume naturalistico con i quali ha affrontato e continua ad affrontare le tematiche culturali, turistiche e ambientali dell’Abruzzo, nell’ottobre 2008 ha ricevuto il Premio Speciale della Giuria – Sezione Giornalismo, nella III Edizione del Concorso Letterario Nazionale “Guerriero di Capestrano”; nel dicembre 2012 ad Aversa, torna nuovamente sul podio, sempre nella Sezione Giornalismo, dove la Giuria della VII Edizione del Premio Internazionale Letterario “G. Leopardi” gli attribuisce all’unanimità il primo premio assoluto per l’articolo “Sulle orme di Giulia Minore” pubblicato sul numero 81 del periodico trimestrale D’Abruzzo. É iscritto all’Albo Docenti della Scuola Superiore dell’Amministrastanislao_baronezione Civile del Ministero dell’Interno; è Sommelier e Degustatore Ufficiale A.I.S., Assaggiatore O.N.A.F., Maestro Assaggiatore O.N.A.S., Idrosommelier A.D.A.M., Sommelier A.I.S.O. e Assaggiatore di Olio Vergine di Oliva regolarmente iscritto nell’elenco nazionale dei Tecnici ed Esperti degli Oli di Oliva Extravergini e Vergini.
È autore, inoltre, di due rubriche di commento culturale inserite nell’opera antologica “I Parchi Letterari del Novecento” (Ricciardi & Associati Editori – Roma 2000), ideata e diretta dal romanziere Stanislao Nievo (pronipote del letterato, patriota ed eroe garibaldino Ippolito e vincitore dei Premi Letterari Strega 1987, Comisso e Campiello 1975); autore del racconto d’amore “Biglietto di sola andata” (Tabula fati editore – Chieti 2002); coautore, con i giornalisti Francesco Santuccione e Paolo Smoglica, del volume “Il Circuito di Pescara 1924/1939” (Editrice GE.CO – Modena 2003); autore del saggio gastronomico “I piaceri culinari del triclinium” (Edizioni Qualevita – Torre de’ Nolfi (AQ) 2004); autore dei libri “Il convivium dei Cesari” (Edizioni Qualevita – Torre de’ Nolfi (AQ) 2005 – Finalista X Edizione della rassegna letteraria “Libri da gustare”), “Cibi e luxus di Roma imperiale” (Edizioni Qualevita – Torre de’ Nolfi (AQ) 2006 – Premio Selezione Bancarella della cucina 2007, Premio Cultura Abruzzo Wine “Città di Pescara”, Premio “V. Nabokov” 2008, Premio “Città di Monteverde” 2009 e Finalista VI Edizione Premio Internazionale “C. de Lollis”) e “Il collezionista di emozioni” (Ianieri Editore – Pescara 2010).
liberatore_03Il 25 gennaio 2013 è stato nominato Segretario Generale del Premio Nazionale “Giuseppe Prisco” alla lealtà, alla correttezza e alla simpatia sportiva: iniziativa, questa, istituita a Chieti, con atto costitutivo notarile, il 23 ottobre del 2002 per volontà del Generale di Corpo d’Armata, nella riserva, dell’Arma dei Carabinieri Corinto Zocchi che si propone di attribuire, ogni anno, un simbolico quanto significativo riconoscimento al dirigente di società, al calciatore e all’allenatore di serie A o B che maggiormente abbiano contribuito, con il loro atteggiamento equilibrato, alla serenità del campionato di calcio, accettando sportivamente la sconfitta e sdrammatizzando gli episodi controversi. Il 27 dicembre 2011, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, su proposta del Prefetto di Chieti Vincenzo Greco, lo ha insignito dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica Italiana per meriti istituzionali e culturali.
Per i suoi importanti trascorsi agonistici al servizio dello sport (Arbitro della F.I.G.C. tesserato alla Sezione AIA di Chieti dal 1982 al 1995, con seicento gare dirette e, nella stagione sportiva 1994/95, unico direttore di gara teatino in forza all’Organo Tecnico Nazionale CAN – D, ruolo effettivo; Tedoforo alle Olimpiadi invernali di Torino 2006), la Commissione Nazionale per le Benemerenze Sportive del C.O.N.I. presieduta da Giovanni Malagò, gli ha conferito, in data 28 ottobre 2014, per la categoria Dirigenti, l’onorificenza della Stella di Bronzo al Merito Sportivo. Per la competenza e le capacità dimostrate nel corso degli anni, in qualità di Segretario Generale del Premio Nazionale “Giuseppe Prisco” liberatore_04ha ricevuto, in data 27 luglio 2016, il Premio “Montis Silvani”, riconoscimento annuale riservato a personalità di spicco della regione Abruzzo particolarmente distintesi nel proprio settore professionale. Dal 1988 è socio effettivo dell’Associazione Nazionale Carabinieri – Sezione di Chieti “M.llo Franco Lattanzio”.

Print Friendly, PDF & Email