Il turismo scolastico fa tappa in Abruzzo

L’assessore Di Dalmazio: “La nostra regione è sempre più al centro dell’interesse dei media di tutto il mondo grazie a un’offerta turistica ampia legata soprattutto alle richieste culturali degli studenti”.

La valenza educativa e culturale dei viaggi d’istruzione acquista sempre più spessore e credito presso le Istituzioni scolastiche: da qui scaturisce la necessità del mondo della scuola di poter contare su una rete di operatori specializzati e competenti, che possano fornire soluzioni calibrate alle effettive esigenze espresse dalle scolaresche e dai loro insegnanti.
Non a caso il M.I.U.R. – Dipartimento per i Servizi nel Territorio, Direzione Generale per l’Organizzazione dei Servizi nel Territorio, Ufficio III ha emanato nel 2002 una Circolare (Prot. n. 645) avente per oggetto: “Visite guidate e viaggi d’istruzione. Schema di capitolato d’oneri tra istituzioni scolastiche e agenzie di viaggi”.
turismoscolastico_01Secondo Gian Piero Linardi, referente per l’Italia centrale del TTG Italia, società operante nel settore del turismo scolastico attraverso una rete di operatori ampiamente distribuiti sul territorio nazionale, l’Abruzzo sta conquistando spazi d’interesse turistico, ambientale e culturale di anno in anno più ampi, tali da avere un’eco sempre più vasta nella pianificazione di percorsi destinati alla fruizione di alunni appartenenti a Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado provenienti da località nazionali e non, e questo non può che far consolidare l’auspicio che la regione più verde d’Europa entri a pieno titolo, come merita, nel circuito delle maggiori mete di interesse storico, culturale e ambientale.
Nell’ambito degli eventi organizzati da TTG Italia, infatti, dal 23 al 25 marzo Pescara è stata una delle tre città italiane che hanno ospitato tre eventi itineranti del TTG Roadshow Turismo Scolastico, insieme a Bologna e Bari.
Gli incontri, riservati a dirigenti scolastici, docenti incaricati dell’organizzazione dei viaggi di istruzione e operatori del settore agenzie di viaggi, hanno visto come momento cardine della sessione informativa la distribuzione ad agenzie di viaggi e istituti scolastici del fascicolo “Un capitolato per ottimizzare il rapporto tra scuola e agenzia di viaggi” curata da TTG per aiutare le parti coinvolte a realizzare al meglio il viaggio di istruzione, a cui hanno dato il loro contributo professionisti e consulenti del M.I.U.R., dell’Anpe – Associazione Nazionale Pedagogisti, della Cpd – Consulta per le persone in difficoltà per i giovani viaggiatori con disabilità e dell’Istituto per il Turismo “Paolo Boselli” di Torino.
turismoscolastico_02Nel mese di novembre 2009 il quotidiano “The Australian” ha dedicato un ampio reportage all’Italia, soffermandosi in particolare sull’Abruzzo. Come sottolineato per l’occasione dall’assessore regionale al Turismo, Mauro Di Dalmazio, “la nostra regione è sempre più al centro dell’interesse dei media di tutto il mondo per le sue immense e preziose risorse naturalistiche e paesaggistiche, con una immagine che si diffonde ovunque, grazie ad un’offerta turistica ampia”. Al “Vakantiebeurs 2010” di Utrecht, svoltosi dal 13 al 17 gennaio 2010, sul tema “Meet the locals”, l’Italia ha inteso attrarre gli operatori turistici e il pubblico presentandone gli aspetti più nascosti, ma anche le immagini più note e peculiari del Belpaese. Sono state presenti, insieme all’Abruzzo, il Piemonte, la Liguria, la Lombardia, il Lazio, l’Emilia-Romagna, la Basilicata, l’Umbria, le Marche, la Valle d’Aosta e l’Apt di Arezzo.
Il portale “Italy by Italy” si è impegnato ad associare gratuitamente per il 2010 le strutture ricettive dell’Abruzzo per dare il suo contributo alla regione colpita dal terremoto. Per il rilancio delle strutture ricettive abruzzesi “Italy by Italy” metterà in campo, infatti, una serie di iniziative tendenti a sensibilizzare una selezione di circa 200mila agenzie di viaggio di ogni parte del mondo, affinché includano negli itinerari dei loro clienti diretti in Italia nel 2010 anche una sosta in Abruzzo.
In questo quadro di intense e crescenti attività di interscambio turistico e culturale diventa, quindi, sempre più inevitabile per la terra dannunziana onorare l’impegno di attivare canali d’investimenti mirati alla valorizzazione del territorio, favorendo ed ampliando la conoscenza dei territori che l’Abruzzo è in grado di presentare ai suoi visitatori e dando impulso al comparto dei servizi, per sviluppare ulteriormente le politiche turistiche: il nostro territorio, infatti, in rapporto in rapporto alla sua estensione ha la maggiore percentuale di aree protette, più di un terzo del totale, ed è questa, insieme alla incredibile varietà di paesaggi ed alla conservazione di borghi medioevali, il grande punto di forza da veicolare in Italia e all’estero.
L’ampia rete di comunicazioni e di relazioni ad ampio spettro rappresentata dalle società che offrono consulenza e supporto nella fase della pianificazione di un itinerario turistico costituisce un ponte tra l’offerta di ogni località e le esigenze dell’utenza, in particolar modo l’utenza scolastica, che manifesta di volta in volta richieste mirate all’arricchimento e al potenziamento del patrimonio culturale e socio-relazionale dei giovani: questa mediazione garantisce una risposta affidabile e significativa all’istanza espressa sempre più urgentemente dalla nostra società di favorire lo sviluppo di personalità aperte al dialogo, alla convivenza democratica e alla conoscenza come fulcro di ogni autentico progresso civile.

 turismoscolastico_04Rita Trasacco

Print Friendly, PDF & Email
Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.